Con la campagna di Pasqua grazie al vostro aiuto abbiamo coperto il 70% del fabbisogno annuale del Lar

GRAZIE!

Come vengono spesi gli aiuti?
In tasse scolastiche
, materiale scolastico, alimentazione, materiale didattico, materiale sanitario e... tutto ciò che serve per crescere.


Continua a seguirci e a sostenere questa bellissima storia.

Banca Prossima 

IBAN:  IT 35 X033 5901 6001 0000 0001 774

o con il tuo 5 x 1000


95574450011


Insieme possiamo fare la differenza ! 

Ti racconto la mia storia

Ti racconto la mia storia


Io abito a Pemba nella provincia di Cabo Delgado, la città con la terza baia più ampia al mondo. Vado a scuola tutti i giorni mi piace molto studiare, giocare, lavorare in casa e fare felici le persone quando sono tristi e offrire quello che ho.

Il mio animale preferito è il cavallo, il mio colore il viola.

Ho gli occhi castani, i capelli neri, non sono alta ma nemmeno bassettina, normale, non uso occhiali e non faccio pattinaggio.

La mia famiglia è composta da mia mamma Lucia e mio papà Antonio, mia sorella Dora, Silvia, Wilson Geraldo ed io. Mio papà e mia mamma sono contadini.
Mia mamma è una donna che fa il possibile per nutrirci e renderci felici, è una buona madre.
Mi piace vivere qui in Mozambico perché qui vive la mia famiglia e qui sono nata.
I miei maestri sono meravigliosi.
Il mio frutto preferito è la fragola.
Mi piace andare a scuola perché scambio idee e attraverso lo studio un giorno io potrò lavorare e aiutare: vorrei diventare medico.
Mi piace giocare a pallavolo.

Qui al Lar mi trovo bene, le Suore Ofelia, Teresa e Morena si prendono cura di noi, ho tante amiche e posso andare a scuola.

Mi chiamo Flora.

Questa semplici e toccanti parole sono di Flora una delle trenta ragazze del Lar Maria do Refugio.

L'importanza dello studio per prepararsi alla vita e al lavoro è una costante di queste ragazzine che nonostante problemi e difficoltà riescono a pensare in positivo, riescono a vedere nello studio una possibilità di riscatto.

Il Lar e l'equipe Missionaria sono fondamentali per supportare queste giovani vite attraverso il gioco, lo studio, la condivisione della quotidianità apprendono il valore di ciò che li circonda.